Quale distanza devono rispettare i nostri alberi dalla proprieta’ del vicino?

0
198
misura distanza albero

Quale distanza devono rispettare i nostri alberi dalla proprieta’ del vicino?

Le risposte dal Codice Civile

Quale distanza per gli alberi?

Se si vogliono piantare nuovi alberi nel giardino è necessario mantenere determinate distanze dal confine del vicino.
Le distanze da osservare sono stabilite dai regolamenti e, in mancanza di questi, dagli usi locali. Se gli uni e gli altri non dispongono, il Codice Civile prevede che debbano essere osservate le seguenti distanze:
1) 3 metri per gli alberi di alto fusto. Si considerano alberi di alto fusto quelli il cui fusto, semplice o diviso in rami, sorge ad altezza notevole, come i noci, i castagni, le querce, i pini, i cipressi, gli olmi, i pioppi, i platani e simili;
2) 1 metro e mezzo per gli alberi di non alto fusto. Sono reputati tali quelli il cui fusto, sorto ad altezza non superiore a tre metri, si diffonde in rami;
3) mezzo metro per le viti, gli arbusti, le siepi vive, le piante da frutto di altezza non maggiore di due metri e mezzo;
4) 1 metro per le siepi di ontano, di castagno o di altre piante simili che si recidono periodicamente vicino al ceppo;
5) 2 metri per le siepi di robinie. Nel caso in cui sia presente un muro divisorio e le piante non lo superino in altezza, non è necessario osservare tali distanze.
Il diritto a tenere della piante a distanza inferiore a quelle sopra indicate può essere acquisito per usucapione (qualora cioè i proprietari del fondo vicino non abbiano mai fatto nessuna obiezione per anni), ma nel caso in cui l’albero muoia o venga abbattuto non è più possibile sostituirlo, se non osservando la distanza legale.

Come si misura la distanza dal confine?

misura distanza albero

Misurazione della distanza dell'albero dal confine

La distanza tra albero e confine può essere presa, a seconda se l’albero è stato seminato o piantato, partendo dalla linea del confine alla base esterna del tronco, o dalla linea stessa al luogo della semina.

Di chi è la siepe?

muro albero

Se il muro divisorio è più alto delle piante non è necessario mantenere le distanze

Qualora si volesse risalire al proprietario di una siepe per il Codice Civile, se uno solo dei fondi è recintato, si presume che la siepe appartenga al proprietario di tale fondo, o di quello dalla cui parte si trova la siepe stessa in relazione ai termini di confine esistenti. Inoltre ogni siepe tra due fondi si presume comune ed è mantenuta a spese comuni, salvo che vi sia termine di confine o altra prova in contrario.
Anche gli alberi sorgenti nella siepe comune o sulla linea di confine si presumono comuni, salvo titolo o prova in contrario e non possono essere tagliati, se non di comune consenso, o dopo che l’autorità giudiziaria abbia riconosciuto la necessità o la convenienza del taglio.

I diritti del vicino

muro basso albero

Per il Codice Civile il vicino può far tagliare i rami o le radici che invadono il proprio fondo)

Se si piantano o nascono spontaneamente alberi o siepi a distanze inferiori a quelle sopra indicate il vicino può esigere che vengano estirpati. Sempre facendo salvi i regolamenti e gli usi locali il vicino può far tagliare i rami o le radici che invadono il proprio fondo e fare suoi i frutti naturalmente caduti dai rami protesi sulla sua proprietà.

Leave a reply